Impecable - FLK: Adieu Monsieur Federicò

Vai ai contenuti

Menu principale:

le canzoni
IMPECABLE

No sai nua di musica 
Pôc e nua di politica 
No sai nua di profugos 
Domandait aes autoritâts 
Domandait ai inteletuâi 
Chei ch’a vendin fum tai giornâi 
Lôr capissin la mê puisia 
Miôr di me ch’a mi frea nua 
Ce ch’a è l’art 
Ce ch’a è l’amôr
Lu sa un nin cul stes dolôr 
E la vita a è duta lì: cjalâ il font ta l’aga da fontana 

E a Parigi mi stan spietant 
A mi clamin le mâitre hurlant 
Se mi cjapin sul seriu lôr 

No-nd-è pâs, il n’y en a pas encore 
Ce ch’a è l’art 
Ce ch’a è l’amôr 
Lu sai jo cul gno dolôr
E la vita a è duta lì: bevi a mat ta l’aga da fontana

Je suis sauvage 
ma è la mê natura
e no mi fa pi poura 
soi un candalua
Je suis impecable 
no ai pi nua da dîve 
no ai pi voia da scrive 
ma a mi ven da ride

IMPECABLE

Non so nulla di musica
Poco e niente di politica
Non so nulla di profughi
Chiedetelo alle autorità
Chiedetelo agli intelettuali
Quelli che vendono fumo sui giornali
Loro capiscono la mia poesia
Meglio di me che non m'importa nulla
Che cos'è l'arte
Che cos'è l'amore
Lo sa un bambino con lo stesso dolore
la vita è tutta lì: guardare il fondo nell'acqua della fontana
E a Parigi mi stanno aspettando
Loro mi chiamano "le mâitre hurlant"
Se mi prendono sul serio loro

Non c'è pace, "il n'yen a pas encore"
Che cos'è l'arte
Che cos'è l'amore
Lo so io col mio dolore
E la vita è tutta qui: bere a matto nell'acqua della fontana
"Je suis sauvage"
ma è la mia natura
e non mi fa più paura
sono un "candalua"
"Je suis impecable"
non ho più nulla da dirvi
non ho più voglia di scrivere
ma mi viene da ridere
 
Torna ai contenuti | Torna al menu